Past Events

  • Iniziative per la Settimana del Cervello 2018

    Date: 12/03/2018 - 18/03/2018

    A cura del Centro Interuniversitario di Ricerca in Neuroscienze (CIRN), Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Napoli

    Gianfranco Puoti: “Sviluppo e declino, fisiologico e patologico, delle funzioni nervose” Chiacchierata didattica con gli studenti del Liceo Scientifico Statale "Carlo Miranda" di Frattamaggiore (NA), 14 Marzo 2017, ore 11:30-12:30 e il 15 Marzo 2018 presso Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni (CE) ore 11:00-12:00

    Marina Melone Titolo: “Un buon sonno è un sogno realizzabile, viaggio al centro del cervello che “dorme” Sottotitolo in corsivo: “I sogni sono la letteratura del sonno. Jean Cocteau, Mistero laico (1928)” Seminario 15 marzo, ore 12:00-13:00 Fondazione IDIS- Città della Scienza, via Coroglio, 57/104 · Napoli

    Clicca qui per maggiori informazioni



  • La scienza è donna! Il weekend che Città della Scienza dedica alle scienziate di ieri e di oggi – 3 e 4 marzo 2018

    Date: 03/03/2018 - 04/03/2018
    Città della Scienza - Via Coroglio, 57/104, 80124 Napoli

    Chiudere gli occhi e immaginare qualcuno che fa ricerca in fisica, in un osservatorio a guardare le stelle, o sotto le montagne a cercare i neutrini o vicino a grandi macchine, dette acceleratori, a cercare le particelle sempre più piccole o su un’astronave a fare esperimenti. Chi immaginereste voi? Una donna o un uomo? Quale il suo aspetto? Vi piacerebbe essere uno/una di loro?

    Con “La passione per la ricerca: voglio fare l’astronauta o la programmatrice?” racconteremo qualche storia che non avete mai sentito!

    “Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza” è quanto afferma Rita Levi Montalcini. Ma ancora oggi le donne di tutto il mondo sono in ritardo nei campi scientifici, nonostante i brillanti risultati ottenuti: “CIAK SI GIRA: l’effetto Matilda, ovvero Storie di Donne che hanno cambiato la Biologia Moderna e sono state dimenticate”

    E ancora, con “Lo zoo delle particelle” prova a capire il concetto di vuoto e di particelle subatomiche e grazie ad una Camera a Nebbia scopri le tracce delle particelle!

    Lo spazio, l’astronomia è sempre stato un campo dominato dagli uomini, eppure non sono poche le astronaute donne che hanno viaggiato nello spazio e messo a disposizione le loro competenze! La più famosa è Samantha Cristoforetti, unica donna italiana ad aver trascorso la più lunga permanenza in orbita in una singola missione. In suo onore, celebrando le donne nello spazio, non perdere il laboratorio di costruzione di un “razzo supergalattico” in “AstroSamantha Cristoforetti: verso l’infinito e oltre…”.

    Per ulteriori informazioni, clicca qui.



  • Rare Disease Day

    Date: 28/02/2018

    28 February 2018 will be the eleventh international Rare Disease Day coordinated by EURORDIS. On and around this day hundreds of patient organisations from countries and regions all over the world will hold awareness-raising activities.

    Rare Disease Day is held on the last day of February every year to raise awareness of rare diseases.

    Read More



  • Ridare vita alla vita attraverso il DNA: l'adrenoleucodistrofia la rosa della speranza

    Date: 24/02/2018
    Corporea, Città della Scienza, Napoli

    Rare Disease Day 2018 Nel film l'olio di Lorenzo, del 1992, viene descritta la storia di un bimbo di 5 anni cui viene diagnosticata una rarissima malattia ereditaria, legata al cromosoma X, l'adrenoleucodistrofia (ALD). È una malattia metabolica, da accumulo, che colpisce principalmente sistema nervoso (con distruzione progressiva della mielina, la sostanza che riveste le cellule nervose) e le ghiandole surrenali (con conseguente carenza di ormoni). Una dieta appropriata, e supplementata da alimenti destinati a fini medici speciali, può aiutare a contrastare gli effetti di questa mutazione del DNA e proteggere la salute di questi pazienti, spesso giovanissimi. Inoltre, nuove speranze vengono dalla "cura" del gene. La sostituzione del gene difettoso con genere funzionale é l'obiettivo della terapia, per trattare la forma cerebrale di Adrenoleucodistrofia (ALD). In futuro, la terapia genica potrebbe anche essere proposta in una seconda fase agli uomini adulti con la forma cerebrale progressiva.

    A cura di Marina Melone, Direttore del Centro Interuniversitario di Ricerca in Neuroscienze e Referente Malattie Rare, Università della Campania Luigi Vanvitelli e Valentina Fasano, Presidente della'Associazione Italiana Adrenoleucodistrofia Onlus