Past Events

  • Picnic della Scienza @ Città della Scienza

    Date: 04/03/2016
    Città della Scienza Via Coroglio, 57/104, 80124 Napoli

    Il giorno 4 Marzo 2015, presso Città della Scienza, avverrà la presentazione del nuovo padiglione Corporea: sarà tagliato il nastro con il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio. A dicembre il museo aprirà al pubblico, con il planetario tra i più grandi d’Italia e un percorso nel corpo umano tutto tecnologico.

    [http://www.cittadellascienza.it/notizie/pic-nic-della-scienza/](*Il CIRN è uno dei Centri di Ricerca che ha aderito al Picnic della Scienza, che si svolgerà in occasione della presentazione del nuovo edificio di Corporea il 4 Marzo*)

    I bandi di gara sono in chiusura, il professor Vittorio Silvestrini sta lavorando personalmente all’allestimento e al reperimento degli strumenti scientifici ma sovrintende anche ai lavori. Ogni giorno è nel palazzo, controlla lo stato delle opere. Ventuno milioni di investimento, più 5 per i contenuti.

    Insomma, a 3 anni dall’incendio dello Science Centre, che resta con il suo scheletro incendiato proprio di fronte al nuovo palazzo di 3 piani, qualcosa si muove. La ricostruzione è ancora ferma, anche se le procedure per l’avvio dei lavori vanno avanti. Nei prossimi giorni si terrà la conferenza di servizi, si spera di far partire le gare internazionali entro l’estate. L’obiettivo è concludere i lavori entro il 4 marzo 2018 e riaprire lo Science centre a 5 anni dall’incendio.

    Per ora i 5mila metri quadrati progettati da Massimo Pica Ciamarra e Associati e realizzati da Paco costruzioni sono pronti. Qui si concentrerà tutta la voglia di rivedere le frotte di bambini che affollavano il planetario, quello che nel rogo del marzo 2013 si è sciolto goccia a goccia, dentro una struttura d’acciaio rimasta intatta.

    Ora quella cupola rimasta così famosa nel ricordo dei piccoli, soprattutto, che ci vedevano il cielo, i pianeti, le stelle e le proiezioni in 3D, tornerà a vivere. Completata la cupola d’acciaio, che si staglia netta nel giardino, vicino al palazzo che ora ospita la Fondazione Idis e prima era (e lo è ancora) la sede dell’incubatore d’impresa. A pochi metri, l’anfiteatro in mattoncini rossi da 1.200 posti, rimasto ingabbiato dal 2006 (data d’inizio dei lavori) e mai più sfruttato. Tutt’intorno, lo spazio per le fontane. All’interno del palazzo, tutto riporta con la mente alla vecchia Città della Scienza, con le mura colorate, le lampade di design, le colonne basse e i pavimenti color ardesia in perfetto stile post-industriale.

    Corporea sarà collegato alla Sala Newton (dove ora si è trasferita tutta l’attività) e i due edifici (il vecchio Science Centre e il nuovo museo del corpo) saranno messi in contatto da una passerella in acciaio, pronta già entro la fine dell’anno.

    Scale mobili e ascensori collegano i quattro livelli. Al terzo piano, lo spazio per incubatore di imprese biomedicali, all’ultimo uno spazio polifunzionale per mostre temporanee ed eventi. È qui che due terrazzi offrono una vista spettacolare su Coroglio, sembra di toccarla con un dito. Il mare, il pontile di Bagnoli, parte del golfo, entrano di prepotenza anche nelle vetrate del palazzo, progettato con aperture laterali proprio per sfruttare la fantastica visuale.

    Dalle terrazze messe a nuovo si vede chiaramente lo scheletro del museo incendiato, con le macerie ancora da rimuovere. Un monito che la nuova avventura non potrà cancellare.

    (Articolo tratto da Repubblica)



  • II incontro di studi tra medici e linguisti - Lingua e patologia: le frontiere interdisciplinari del linguaggio

    Date: 10/12/2015 - 11/12/2015
    2015-12-10

    Accademia Pontaniana e Società Napoletana di Scienze, Lettere ed Arti - Via Mezzocannone 8, Napoli, Italia

    Il convegno focalizza il suo obiettivo sulle implicazioni linguistiche nella pratica clinica indirizzata allo studio delle patologie del linguaggio, così come nella comunicazione in specifici ambiti disciplinari (come quello medico, forense etc.), rinnovando la vocazione fortemente interdisciplinare degli studi sul parlato.

    PROGRAMMA Giovedì 10 dicembre 9.30-10.00 Saluti di apertura Arturo De Vivo (Prorettore - Università degli Studi Federico II) Edoardo Massimilla (Direttore - Dipartimento di Studi Umanistici) Guglielmo Trupiano (Direttore - Centro Interdipartimentale LUPT) Frontiere interdisciplinari: il dibattito teorico Presiede Giovanna Marotta 10.00-10.30 Federico Albano Leoni, Voce e sensi 10.30-11.00 Antonino Pennisi, Alessandra Falzone, Linguaggio e pensiero 11.00-11.30 PAUSA 11.30-12.00 Carlo Pastore, Mondi vissuti e linguaggio 12.00-12.30 Marina Melone, Il linguaggio tra anatomia e fisiopatologia 12.30-13.30 PRESENTAZIONE POSTER Frontiere interdisciplinari: la ricerca empirica Presiede Federico Albano Leoni 14.30-15.00 Giovanna Marotta, Sulla facoltà di linguaggio e alcune sue fragilità. Dislessia e dintorni 15.00-15.30 Mirko Grimaldi, Il cervello fonologico: normalità, apprendimento e patologia 15.30-16.00 Emanuela Cresti, Massimo Moneglia, Prosodia e schizofrenia 16.00-16.30 PAUSA 16.30-17.00 Luigi Trojano, Parole e cervello: deficit lessicali e semantici in pazienti cerebrolesi 17.00-17.30 Massimo Pettorino, Correlati acustici del parlato parkinsoniano 17.30-18.30 DISCUSSIONE

     

    Venerdì 11 dicembre Frontiere interdisciplinari: la ricerca empirica Presiede Franca Orletti 9.00- 9.30 Anna Cardinaletti, Elementi funzionali e relazionali a distanza nello sviluppo tipico e atipico (DSL, DSA, sordità) 9.30-10.00 Carla Laria, Sviluppo delle competenze percettivo-linguistiche in pazienti ipoacusici 10.00-10.30 Patrizia Sorianello, Aree vocaliche nel parlato disartrico: soggetti Down e non udenti a confronto 10.30-11.00 PAUSA 11.00-11.30 Anna De Meo, Valeria Caruso, Elisa Pellegrino, Le competenze narrativo-descrittive dell'italiano scritto di sordi italiani e stranieri 11.30-12.00 Franco Cutugno, Chi ha paura degli impianti cocleari? 12.00-13.00 PRESENTAZIONE POSTER Linguistica e medicina: nuove professioni Presiede Elio Marciano 14.30-15.00 Franca Orletti, Linguistica medica e forense 15.00-15.30 Raffaella Scarpa, Linguistica e medicina: la riscrittura del Codice deontologico della professione medica 15.30-16.00 Emma Landolfi, La riabilitazione del bambino ipoacusico 16.00-16.30 Raffaele Izzo, Linguistica e foniatria: dalle teorie linguistiche alle applicazioni pratiche in ambito riabilitativo foniatrico-logopedico. 16.30-17.30 DISCUSSIONE 17.30 CONCLUSIONI - Francesca M. Dovetto

    Con il Patrocinio di

    • Università degli Studi di Napoli Federico II - Dipartimento di Studi Umanistici
    • EDLUPT - Europe Direct/LUPT
    • LUPT - Centro Interdipartimentale di Ricerca Laboratorio di Urbanistica e di Pianificazione Territoriale "Raffaele D'Ambrosio"
    • CIRN - Centro InterUniversitario di Ricerca in Neuroscienze
    • GSCP - Gruppo di Studio sulla Comunicazione Parlata